Cosa significa ambientarsi? Per me entrare in un nuovo luogo a piccoli passi, andando un po’ avanti, ma tornando anche un pochino indietro. Prendendo qualche rincorsa per fare poi grandi salti. E quella rincorsa la si prende così, tornando nel luogo più sicuro che c’è: le braccia della mamma.

Il nostro ambientamento è iniziato e per me sta andando bene: la serenità permea il nostro tempo, nelle ore dentro e fuori l’asilo nido. Ci sono degli attimi di consapevolezza durante i quali a scuola Fabio si “rattrista” un po’, ma si lascia consolare; a casa cerca la mamma, porto sicuro, ma poi torna più rapidamente di prima all’esplorazione del gioco o dell’ambiente. Credo che – e può apparire impossibile che per modificare una consapevolezza siano stati sufficienti pochi, anzi pochissimi giorni – si sia rassicurato ulteriormente del mio ritorno, perché il desiderio di crescere ed esplorare si è amplificato, come la fiducia di riuscire a fare: è sufficiente che lui sappia dove tornare per andare ancor più di prima e un po’ più lontano.

Ambientamento è, anche e soprattutto, emozioni. Dei più piccini e dei grandi. 

È una mamma che si commuove uscendo dalla porta del nido lasciando un bimbo sorridente o in “giuste” lacrime di protesta, perché comunque lo sta lasciando per un po’ e gli chiede di fidarsi: tornerà!

È un piccino che, se pur un po’ arrabbiato, inizia a scoprire il mondo, un mondo su misura delle sue capacità. E un po’ si diverte, anche se non vuole darlo troppo a vedere. E inizia a fidarsi di quella “maestra” che risponde alle sue richieste.

Sono una mamma e un piccino che poi si ritrovano, in un turbinio di emozioni. Che desiderano ritrovarsi, e dirsi, e abbracciarsi. Tanto che le parole diventano in più, basta un abbraccio – “Ti avevo detto che tornavo”, “Lo so, ma avevo un po’ paura” –.

Ambientamento significa ore trascorse l’uno tra le braccia dell’altra, a ritrovarsi e perdersi e fidarsi e rassicurarsi e caricarsi.

Significa notti un po’ più agitate, perché domani ci sarà un’altra avventura.

Significa un ti voglio bene sussurrato – a più tardi, poi sarò solo per te –.

Stefania 

#unopiuunougualeatre

iscriviti per tenerti sempre aggiornato.

redazione

via Cà Nova Zampieri 4e int 16/17
37057 San Giovanni Lupatoto Verona

periodico trimestrale

Registrazione del Tribunale di Verona n.2049 Del 28 Luglio 2015 - R.o.c. Num 25932